Pubblicato 06:38 - da Redazione con 0 commenti

AGENZIE PER IL LAVORO, IN AUMENTO GLI OCCUPATI E LE RETRIBUZIONI

In un contesto economico ancora stagnante e di difficile interpretazione, si riscontrano comunque segnali positivi nelle attività delle agenzie per il lavoro che operano in Italia. Nel 2014 gli occupati tramite agenzia mediamente per mese sono oltre 298.556, in aumento dell'8,7% rispetto a un anno prima. Una crescita a due cifre si registra sia per le ore lavorate: +10,6%, sia per il monte retributivo: 11,1 per cento. Dati assolutamente positivi, elaborati e recentemente pubblicati dall'Osservatorio Bilaterale costituito da Assolavoro, l'Associazione Nazionale delle Agenzie per il Lavoro, con i sindacati di categoria.





Lo studio in questione rileva anche un interessantissimo trend di crescita verso fine anno, il che lascia ben sperare per il 2015. A dicembre 2014, infatti, i dati mostrano un aumento tendenziale superiore alla media annuale: i lavoratori occupati tramite agenzia sono 308.48 (+10,5% su dicembre 2013), il monte re tributivo mostra un aumento del 13,5% rispetto allo stesso mese del 2013.
Nell'ultimo mese del 2014 le ore lavorate sono state poco più di 28 milioni, in aumento del 14,5% su base annua, mentre le ore lavorate per lavoratore aumentano del 3,6% rispetto a dicembre 2013.
Numeri che portano il rapporto fra occupazione in somministrazione e occupazione totale passa all'1,40% contro l'1,30% di dicembre 2013.
Segnali incoraggianti, dunque, che dimostrano quanto le agenzie per il lavoro siano diventate attori fondamentali nel nostro sistema lavoro, al di là delle solite e ormai banali polemiche legate al loro ruolo e alla normativa che le regola.

«Si tratta di dati incoraggianti, che confermano una tendenza positiva in atto da diversi trimestri – commenta Stefano Scabbio, Presidente di Assolavoro. - Ci auguriamo che, in linea con le previsioni di alcuni autorevoli Istituti di ricerca, il settore delle Agenzie per il Lavoro anticipi un andamento positivo più complessivo del mercato. Di certo i dati confermano la capacità del nostro settore di intercettare la domanda di lavoro che emerge nei diversi settori e per le varie figure professionali e di rispondere tempestivamente e adeguatamente alle esigenze manifestate dalle imprese. La retribuzione media, inoltre, è più alta, il che implica una presenza sempre maggiore di figure professionali più qualificate tra i lavoratori tramite Agenzia».
«Vi è poi un dato spesso sottovalutato e che va evidenziato: attraverso le Agenzie per il Lavoro cresce anche l'occupazione stabile: a novembre 2014, per esempio, i lavoratori in somministrazione assunti a tempo indeterminato dalle Agenzie sono 16mila (da non confondere con i lavoratori diretti nelle filiali, che sono oltre 10mila). Un segnale sicuramente positivo, che evidenzia il ruolo centrale delle Agenzie per il Lavoro nel coniugare esigenze di flessibilità delle aziende con quelle di continuità per il lavoratore, in un'ottica “win - win”. Con il nuovo contratto a tutele crescenti, inoltre, siamo convinti che si determinino le condizioni per aumentare in maniera sensibile il numero di lavoratori tramite Agenzia con un contratto a tempo indeterminato» – ha aggiunto Scabbio.

CHI E' ASSOLAVORO
Assolavoro Assolavoro è l'Associazione Nazionale di Categoria delle Ag enzie per il Lavoro (ApL). Riunisce le Agenzie per il Lavoro che producono circa l’85% del fatturato complessivo legato alla somministrazione di lavoro e contano in tutta Italia oltre 2.500 filiali.
L'Associazione nasce per garantire alle ApL standard più elevati di tutela e rappresentanza, nonché un'offerta integrata di assistenza e informazione.
È riconosciuta quale Parte Sociale e in terviene stabilmente alle audizioni convocate dal Governo e dagli Organismi Parlamentari, per contribuire alla fase di elaborazione sia di nuove normative, sia di indagini conoscitive sul mercato del lavoro.
Assolavoro aderisce a Confindustria e rappresenta l'espressione italiana dell'Eurociett, la Confederazione Euro pea delle Agenzie per il Lavoro.




0 commenti:

Posta un commento